Db Magazine May 10, 2021

La crypto-art: l’ultima tendenza del collezionismo internazionale

Per la prima volta al mondo un'opera digitale è stata battuta all'asta da Christie’s per circa 70 milioni di dollari, si tratta della terza opera più pagata nella storia per un artista vivente. In gergo tecnico si basa sugli NFT ed è una sorta di valuta virtuale che funziona come i bitcoin. Ma ha l’importante differenza di rappresentare (digitalmente) oggetti fisici unici. Le vendite a fine 2020 raggiungevano circa 1,5 milioni di dollari, a marzo 2021 si è già arrivati a 120 milioni.

A marzo 2021 la casa d’aste Christie’s ha battuto per quasi 70 milioni di dollari “Everydays: the First 5000 Days” un collage digitale, composto da 5mila immagini in formato Jpg, dell’illustratore americano Beeple (nella foto in alto). Si tratta della terza opera più pagata nella storia per un artista vivente. Ma a fare notizia, oltre alla cifra record, è anche la modalità con la quale è stata venduta, cioè sotto forma di NFT. Una nuova frontiera, quella della crypto-art, che sta sempre più prendendo piede tra i collezionisti. 

everydays

Cos’è un NFT 

NFT è l’acronimo di Non Fungible Token, cioè una sorta di criptovaluta, come i bitcoin. Che si differenzia, però, da questi ultimi perché non viene utilizzata per l’acquisto dei classici beni o servizi ma per qualcosa di non fungibile e unico, come ad esempio un’opera d’arte. Gli NFT possono quindi essere definiti come certificati di proprietà digitale che, sfruttando la tecnologia blockchain (registri di informazioni digitalizzati e decentralizzati), garantiscono che le opere a cui sono associati siano insostituibili e uniche. Come se fossero quadri firmati e autenticati da chi li ha dipinti.

La non fungibilità è data da un codice non replicabile (formato da lettere e numeri) che riporta la firma digitale dell’artista e che verifica i successivi passaggi di mano. È però importante specificare che l’acquisto non determina il possesso univoco dell’opera digitale, che resta comunque fruibile sul web da tutti gli utenti. Ciò di cui si diventa titolari è la copia originale, con la possibilità quindi di dimostrare un diritto sulla stessa.

Cosa viene venduto con gli NFT

Questi token possono rappresentare qualsiasi tipo di contenuto digitale presente sul web. Non solo opere d’arte, quindi, ma anche brani musicali, video, immagini, GIF, meme e molto altro. Basti pensare, ad esempio, che il fondatore di Twitter Jack Dorsey ha messo all’asta con questa modalità il suo primo tweet pubblicato, per 2,9 milioni di dollari. E la NBA americana ha iniziato a vendere spezzoni di video del suo archivio storico.

Nonostante ciò, sembra che al momento siano proprio i collezionisti d’arte i più interessati. Se le vendite di opere basate su questi token a fine 2020 raggiungevano una quota pari a 1,5 milioni, a marzo 2021 si è arrivati a 120 milioni.

A cura della redazione di OFNetwork


Sappiamo sempre come esserti vicino

Nuova App DB Le Mie Carte

La Mia Banca

Finanziamenti a distanza

App La Mia Banca

Con le nostre Carte fai acquisti in sicurezza, anche da casa

Pagamenti digitali con smartphone


Disclaimer area db Magazine

Tutti i diritti riservati. Gli articoli, i materiali, i contenuti ed i servizi presenti sulle pagine web raggiungibili da questo indirizzo https://www.deutsche-bank.it/news/detail/dbmagazine sono destinati ad un utilizzo personale e non professionale e non possono essere copiati, trasmessi, pubblicati, distribuiti o sfruttati commercialmente senza l’esplicito consenso scritto del Gruppo Deutsche Bank S.p.A.. Tutti i materiali pubblicati, inclusi a titolo esemplificativo, articoli di informazione, fotografie, immagini, illustrazioni, sono protetti dalle leggi sul diritto d’autore e sono di proprietà dell’editore o di chi legittimamente disponga dei diritti relativi. Le informazioni contenute nel presente documento si basano su fonti ritenute attendibili: tuttavia il Gruppo Deutsche Bank S.p.A. non ha effettuato una verifica indipendente relativa a tali informazioni e declina ogni responsabilità a riguardo. Conseguentemente, nessuna garanzia, espressa o implicita, è fornita, né alcun affidamento può essere fatto riguardo alla precisione, completezza o correttezza delle informazioni e delle opinioni contenute in questo documento. Gli articoli, le ricerche e gli studi pubblicati rappresentano esclusivamente le opinioni e i punti di vista dei relativi autori: esse non riflettono necessariamente le opinioni di Deutsche Bank S.p.A. né di qualsiasi società controllata o consociata del Gruppo Deutsche Bank S.p.A.. Né l’autore né il Gruppo Deutsche Bank S.p.A. possono essere ritenuti responsabili per danni derivanti dall’utilizzo della presente pubblicazione, tranne per quanto è previsto dalla normativa applicabile. Il Gruppo Deutsche Bank S.p.A cercherà in tutti i modi di evitare la pubblicazione di informazioni erronee ed affermazioni che possano in alcun modo essere considerate lesive di diritti di terzi.  Le informazioni riportate hanno solo uno scopo informativo, non sono da intendersi, interpretarsi o considerarsi in alcun modo come messaggio promozionale ovvero offerte di vendita o sollecitazioni a sottoscrivere, invito ad acquistare o vendere o come raccomandazione ad acquistare o collocare qualsiasi tipo di strumento finanziario, nè come giudizi da parte del Gruppo Deutsche Bank S.p.A. sull’opportunità dell’investimento in alcuno dei prodotti illustrati, o ricerca in materia di investimenti, né tantomeno costituiscono una raccomandazione ad eseguire alcun tipo di operazione. Quanto ad eventuali richiami di natura fiscale qui contenuti, va rilevato che i livelli e le basi di tassazione a cui fanno riferimento gli articoli pubblicati sono suscettibili di cambiamenti rispetto alla data di pubblicazione e possono incidere sul valore dell’investimento; il Gruppo Deutsche Bank S.p.A. non ha l'obbligo di mantenere aggiornate queste informazioni, né tantomeno di aggiornarle. La distribuzione di questo documento in altre giurisdizioni può essere soggetta a restrizioni e pertanto le persone alle quali dovesse pervenire tale documento si dovranno informare sull’esistenza di tali restrizioni ed osservarle. Ulteriori informazioni sono disponibili su richiesta.